fbpx
Le nostre unit
  • Web
    Realizzazione siti web
  • Now
    Comunicazione & Marketing
  • Dev
    Software tailor made
  • App
    Applicazioni mobile
  • Vdo
    Video Aziendali & aerei
  • Pix
    Grafica pubblicitaria
  • Ict
    Consulenza informatica
  • Pho
    Servizi fotografici
  • For
    Formazione
Be social with us

App freemium una grande idea che spopola su AppStore

Come promesso nel post di alcuni giorni fa… oggi parlerò delle applicazioni mobile, in particolar modo di quelle chiamate freemium: il termine nasce dalla contrazione dei termini free e premium e sono stati individuati 4 tipizzazioni di questo modello: la prima è quella a limitazione temporale (gratuito solamente per un mese circa, poi sempre a pagamento); la seconda è messa a disposizione con funzionalità limitate; la terza limita, invece, il numero degli utenti (sarà gratis, insomma, solo per alcuni utenti… come What’sUp!); ed infine quella la cui limitazione riguarda il tipo di cliente (es. free solo per gli utenti di un paese, a pagamento, per gli altri).

distimo-app-freemium

E’ un predominio quello delle applicazioni freemium che rappresentano ormai il 71% dei titoli presenti su App Store.

Proprio in questi giorni Distimo ha pubblicato delle statistiche che parlano chiaro: le applicazioni a pagamento rappresentano solo il 24% del totale delle entrate su App Store nel mese di febbraio 2013, mentre solo un misero 5% deriva da acquisti effettuati in-app tramite applicazioni a pagamento. Il restante 71% è composto dagli acquisti in-app delle applicazioni e dei giochi gratuiti, i cosiddetti “freemium“.

La stragrande maggioranza dei titoli freemium è rappresentata dai giochi con la fantastica eccezione made in usa: TurboTax che consente di avere informazioni sulle scadenze fiscali… mica male no?

Sempre nella terra a stelle e strisce tra le 250 applicazioni con più download (escluse quelle totalmente gratuite), 170 sono gratuite con acquisti in-app, 53 sono a pagamento con acquisti in-app e 27 sono solamente a pagamento.

La media più alta per gli acquisti in-app la detiene il Giappone, con una media di 3$ per titolo scaricato (dalla media è stato eliminato il gioco Puzzles & Dragons primo in classifica con numeri da capogiro, che avrebbe quindi sfalsato il risultato vista la mole di acquisti in-app). Negli U.S.A., nel Regno Unito, in Germania e in Italia la media è 1$.

p.s. gli acquisti in-app sono quelli effettuati direttamente da dentro l’applicazione, chi ha giocato almeno una volta a moltissimi dei giochi presenti nel market Apple avrà avuto la tentazione di comprare vite per i giochi, energia, mattoni per costruire una stalla e molto altro…. addebitando direttamente sulla carta di credito con un solo click.

Marco Baldocchi
Marco Baldocchi
m.baldocchi@on-web.net

Marco Baldocchi è nato a Lucca nel 1978, laureato in Comunicazione e Marketing internazionale in Svizzera fonda nel 2005 l’agenzia di comunicazione On Web. Nel 2018 fonda la Marco Baldocchi Group inc. , agenzia specializzata in neuromarketing, a Miami (Florida) e la Emotek Reality ltd. , azienda che si occupa di realtà aumentata ( Miami ). Ricopre il ruolo di Responsabile Nazionale per l’Innovazione Tecnologica per Conflavoro ed è e Responsabile Comunicazione Stati Uniti per il MAIE. Relatore in eventi nazionali ed internazionali in ambito di neuromarketing, docente per realtà tra le quali la 24Ore Business School. Autore di “Neuromarketing per il food” (Flaccovio Editore) e co-autore negli U.S.A. nella pubblicazione “Money Matters Tips vol.2”. Votato dai membri della NMSBA (Neuromarketing Science & Business Association) come 6° miglior speaker nella Neuromarketing Series 2021

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.