fbpx
Le nostre unit
  • Web
    Realizzazione siti web
  • Now
    Comunicazione & Marketing
  • Dev
    Software tailor made
  • App
    Applicazioni mobile
  • Vdo
    Video Aziendali & aerei
  • Pix
    Grafica pubblicitaria
  • Ict
    Consulenza informatica
  • Pho
    Servizi fotografici
  • For
    Formazione
Be social with us

David Cameron non ha fan su Facebook e allora se li compra!

Un’azione inutile che probabilmente non porterà ai risultati sperati: comprare i fan da parte di un uomo politico.

Sui social network per molte persone l’autostima si basa su quanti amici/follower hai e così per chi gestisce una fan page è difficile capire il vecchio detto “meglio pochi ma buoni” (anche se la cosa migliore sarebbero molti e buoni, e per buoni intendo fan che interagiscono con la tua pagina).

Ed ecco che la mania di avere tanti fan ha colpito anche personaggi famosi, politici o vip che più fan hanno e più si sentono amati, cosa fondamentale per un personaggio pubblico.

Ma i fan, se sono veramente amanti di una persona (o di un brand), solitamente decidono di seguirlo spontaneamente, per restare aggiornati su ciò che ha da dire il “vip” o il brand. David Cameron, premier inglese ha scelto la scorciatoia più semplice e veloce per aumentare la sua community: comprare i fan.

Il suo social media staff si è accorto che la pagina Facebook di David Cameron aveva pochissimi fan e questo, per un politico sopratutto, era assolutamente disdicevole. Ed ecco allora la soluzione veloce: sborsare molte migliaia di sterline per comprare dei fan: una campagna di pay per click per stimolare le persone a cliccare sul Mi piace della sua pagina.

La domanda che mi sono posto è da dove provenissero i soldi per questa campagna, la risposta è dalle casse dei Tory. In pratica, in un periodo di spending review sono stati usati soldi di un partito per comprare fan… ovviamente i tabloid inglese a partire dal Mail on Sunday ci sono andati a nozze.

Sebbene la campagna abbia funzionato, i fan di David Cameron sono velocemente raddoppiati, secondo voi è stata una mossa eticamente corretta? Coloro che hanno cliccato “Mi Piace” saranno veramente fan del premier inglese?

Marco Baldocchi
Marco Baldocchi
m.baldocchi@on-web.net

Marco Baldocchi è nato a Lucca nel 1978, laureato in Comunicazione e Marketing internazionale in Svizzera fonda nel 2005 l’agenzia di comunicazione On Web. Nel 2018 fonda la Marco Baldocchi Group inc. , agenzia specializzata in neuromarketing, a Miami (Florida) e la Emotek Reality ltd. , azienda che si occupa di realtà aumentata ( Miami ). Ricopre il ruolo di Responsabile Nazionale per l’Innovazione Tecnologica per Conflavoro ed è e Responsabile Comunicazione Stati Uniti per il MAIE. Relatore in eventi nazionali ed internazionali in ambito di neuromarketing, docente per realtà tra le quali la 24Ore Business School. Autore di “Neuromarketing per il food” (Flaccovio Editore) e co-autore negli U.S.A. nella pubblicazione “Money Matters Tips vol.2”. Votato dai membri della NMSBA (Neuromarketing Science & Business Association) come 6° miglior speaker nella Neuromarketing Series 2021

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.