fbpx
Le nostre unit
  • Web
    Realizzazione siti web
  • Now
    Comunicazione & Marketing
  • Dev
    Software tailor made
  • App
    Applicazioni mobile
  • Vdo
    Video Aziendali & aerei
  • Pix
    Grafica pubblicitaria
  • Ict
    Consulenza informatica
  • Pho
    Servizi fotografici
  • For
    Formazione
Be social with us

Facciamo chiarezza sui link e il SEO

I link sono utili per il posizionamento sui motori di ricerca? Vediamo quando si e quando no.

Molto spesso ai corsi che tengo mi chiedono se i link al proprio sito web sono utili per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca e come e quanti usarne. I link servono ai motori di ricerca per mettere in evidenza le relazioni che intercorrono tra siti web, sono utili per far conoscere ai motori e alle persone pagine nuove collegate da argomenti correlati o simili.

Innanzitutto nell’ultima frase del paragrafo precedente c’è una grande verità: argomenti correlati, non dimenticate mai che linkare o ricevere link da siti non strettamente inerenti al vostro, non solo non aiuterà il SEO ma vi esporrà a probabili penalizzazioni.

Ma quali tipologie di link possono esistere?

I link possono essere di molti tipi a seconda della relazione che esiste tra i siti che li ospitano. Analizziamoli e capiamo perchè esistono e quando vanno utilizzati.

Link diretti

esempio <a href=”http://www.on-web.net.com”>Agenzia di Comunicazione</a>

Questo tipo di link “passa” il pagerank e link juice utile a posizionare i siti web sui motori di ricerca. (La link juice è la quantità di link presenti all’interno di un sito, e ci permette di capire quanto il nostro succo è diluito o  quanto è concentrato: meno link sono presenti più forte sarà il loro potere).

Link reciproci

Procedura di offrire un link ad un sito ed essere ricambiati con un link al nostro. Questa operazione non ha alcun effetto su Google che reputa lo scambio link come tecnica scorretta utilizzata solo per posizionarsi, ma non penalizza (a meno che non ci sia un numero eccessivo di link reciproci).

Link Nofollow

esempio <a href=”http://www.www.on-web.net.com” rel=”nofollow”>Agenzia di comunicazione</a>

Questo link comunica ai motori di ricerca che consigliamo la pagina ma non vogliamo trasferirgli Link Juice e PageRank. Questi link hanno un grande appeal su Google in quanto li ritiene “onesti” e non artificiali.

Link con redirect

esempio : goto.aspx?linkid=3333

Google non disdegna questi link in quanto ritenuti “puliti”. Lo considera un modo “leale” di vendere link, azione permessa per fini pubblicitari ma non tollera l’acquisto di link per alterare il ranking nelle SERP (Search Engine Result Page).

Link sitewide

Link integrati nella struttura di un sito web e quindi compaiono in ogni sua pagina (ripetuti). Sono totalmente inutili (se non dannosi), basterebbe solo quello in home page.

Link nella sidebar (menu laterale)

Il modo più semplice per far dire a Google che avete venduto un link, in pratica un’ammissione di colpa 🙂

Link Javascript o nei file Flash

Ottimi per fini commerciali non sono minimamente considerati dai motori di ricerca.

Link nel testo di un articolo (ovviamente non nofollow)

The Winner is…… I migliori in assoluto, trasferiscono il link juice ma sopratutto il  “tema”.  I link da un articolo permettono a Google di accertarsi del contenuto del sito che offre il link e di quello che lo riceve.

In conclusione, come dobbiamo comportarci con i link?

Per quelli in ingresso, ossia quelli che ricevete, non ci sono problemi di sorta, non ci sono penalizzazioni. Per quelli in uscita fate attenzione a linkare solo chi è giusto linkare, non vendete link e non regalateli a parenti ed amici: se siete eticamente corretti, Google vi premierà!

Marco Baldocchi
Marco Baldocchi
m.baldocchi@on-web.net

Marco Baldocchi è nato a Lucca nel 1978, laureato in Comunicazione e Marketing internazionale in Svizzera fonda nel 2005 l’agenzia di comunicazione On Web. Nel 2018 fonda la Marco Baldocchi Group inc. , agenzia specializzata in neuromarketing, a Miami (Florida) e la Emotek Reality ltd. , azienda che si occupa di realtà aumentata ( Miami ). Ricopre il ruolo di Responsabile Nazionale per l’Innovazione Tecnologica per Conflavoro ed è e Responsabile Comunicazione Stati Uniti per il MAIE. Relatore in eventi nazionali ed internazionali in ambito di neuromarketing, docente per realtà tra le quali la 24Ore Business School. Autore di “Neuromarketing per il food” (Flaccovio Editore) e co-autore negli U.S.A. nella pubblicazione “Money Matters Tips vol.2”. Votato dai membri della NMSBA (Neuromarketing Science & Business Association) come 6° miglior speaker nella Neuromarketing Series 2021

4 Comments
  • Massimo
    Posted at 18:34h, 08 Dicembre Rispondi

    Ciao,
    Nel caso del nostro sito, in cui ci sono link nella sidebar ripetuti in tutte le pagine, ma al nostro stesso sito, vale lo stesso il discorso che fai sopra per quanto riguarda la penalizzazione? Mi consigli di toglierli?

    Grazie.

    Massimo.

    • Marco Baldocchi
      Marco Baldocchi
      Posted at 11:13h, 09 Dicembre Rispondi

      ciao Massimo,
      ho visitato il vostro sito ed ho visto i link nella sidebar. In questo caso una buona pratica è quella di aggiungere il rel=”nofollow” ai link che vengono ripetuti e vedrai che non avrai problemi con Google 😉

  • marco
    Posted at 15:40h, 21 Marzo Rispondi

    Nel caso in home ci siano link a articoli interni al sito, e ce ne sono una decina circa, influisce negativamente?

    • Marco Baldocchi
      Marco Baldocchi
      Posted at 09:26h, 03 Aprile Rispondi

      ciao, non ci sono problemi per link interni al sito se hanno un senso logico a livello di contenuti 😉

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.