fbpx
Le nostre unit
  • Web
    Realizzazione siti web
  • Now
    Comunicazione & Marketing
  • Dev
    Software tailor made
  • App
    Applicazioni mobile
  • Vdo
    Video Aziendali & aerei
  • Pix
    Grafica pubblicitaria
  • Ict
    Consulenza informatica
  • Pho
    Servizi fotografici
  • For
    Formazione
Be social with us
marino web reputation

Il caso Marino e l’importanza della web reputation

Il sindaco Marino riceve pesanti attacchi dai social, la sua web reputation vacilla

Ignazio Marino è sulla cresta dell’onda, anche digitale. Sono stati svariati i motivi per cui si è parlato di lui: il degrado di Roma, l’inchiesta “Terra di Mezzo” (che ha coinvolto diversi componenti della sua amministrazione) e non ultimo il caso con Papa Francesco che ha smentito di averlo invitato all’incontro con le famiglie a Filadelfia.

“Non l’ho mai invitato! Chiaro?”

Queste le parole del Pontefice sull’aereo che lo stava facendo rientrare in Italia.

E solo poche ore dopo, durante uno scherzo telefonico organizzato da Radio24, il finto Renzi fa dire a mons. Vincenzo Paglia “Marino si è imbucato”.

Parole poco gentili…

Marino ha provato a difendersi in una paio di interviste senza convincere i lettori, che sopratutto sui social si sono sfogati.

Analizziamo insieme cosa è successo online.

Facebook

Sul suo profilo ufficiale Ignazio Marino posta un video in cui si lamenta della domanda rivolta al Santo Padre “per alimentare polemiche”.

Sono pochissimi i commenti positivi ed il trend è fortemente negativo, molti attacchi, come domande su chi ha pagato il viaggio in America alla luce del fatto che la municipalità di Filadelfia ha smentito di averlo spesati, altri utenti colgono l’occasione per lamentarsi dell’assenza del primo cittadino nei giorni in cui il traffico della metro è paralizzato dal crollo di un controsoffitto nella stazione Spagna della linea A.

facebook marino

Twitter

Tra il 29 ed il 30 settembre sul social dei cinguettii gli hashtag #Marinoimbucato, #marino e #filadelfia hanno fatto numeri incredibili diventando virali tra gli utenti di tutta Italia.

Ancora i ritmi sono incessanti, viene postato più di un tweet l’ora su queste parole chiave, a conferma che l’argomento è ancora “hot”.

Marino, che non ha, a mio avviso una grande gestione della propria web reputation, ha dedicato due cinguetii al tema. Nel primo si dice stufo della stampa che alimenta polemiche “che non fanno altro che danneggiare la nostra città” mentre nel secondo ringrazia il sindaco di Filadelfia per l’invito. Con la sua azione guadagna solamente una novantina di retweet, niente in confronto alle condivisioni ottenute dalle notizie che riguardano le parole del Papa e di Mons. Paglia.

Un esempio: la vignetta di Vauro sull’argomento è stata condivisa (fino ad ora, 66 volte).

twitter marino imbucato

Google Trends

La rete dimostra quanto questa tematica abbia “attirato” l’attenzione degli utenti del web. Dal 28 settembre, giorno in cui le parole del Pontefice sul mancato invito sono diventate virali, le ricerche sono cresciute in modo incredibile.

I parametri delle ricerce su Google sono schizzati verso l’alto dal momento in cui le parole del Papa sono diventate virali, l’indice di ricerca (che va da 1 a 100) è saltato da 3 a 87 dalle 9 alle pausa pranzo.. per arrivare a 100 alle 20.30.

Il boom è legato a canali di comunicazione standard, quando gli utenti hanno sentito la notizia in televisione hanno deciso di cercare approfondimenti… online.

Abbiamo già parlato di web reputation in questo articolo “Web Reputation, cosa è e perchè è importante saperne di più” perchè è un servizio che alla mia agenzia viene richiesto sempre più spesso, sia per aziende che per personaggi pubblici.

Il mio consiglio è sempre quello di porre attenzione, un tono, un modo di fare, un attimo di sbandamento possono essere delle scintille per far partire un’onda negativa di commenti o di opinioni. Quando si parla di giudizi, dobbiamo sempre essere molto cauti e molto delicati nei modi di fare perché ogni tono può essere frainteso o mal interpretato. E la crisi nell’epoca dei social media può diventare devastante come uno tzunami.

Cosa avrebbe potuto fare Marino per gestire meglio questa situazione?

Socialmente Vostro

Marco

Marco Baldocchi
Marco Baldocchi
m.baldocchi@on-web.net

Marco Baldocchi è nato a Lucca nel 1978, laureato in Comunicazione e Marketing internazionale in Svizzera fonda nel 2005 l’agenzia di comunicazione On Web. Nel 2018 fonda la Marco Baldocchi Group inc. , agenzia specializzata in neuromarketing, a Miami (Florida) e la Emotek Reality ltd. , azienda che si occupa di realtà aumentata ( Miami ). Ricopre il ruolo di Responsabile Nazionale per l’Innovazione Tecnologica per Conflavoro ed è e Responsabile Comunicazione Stati Uniti per il MAIE. Relatore in eventi nazionali ed internazionali in ambito di neuromarketing, docente per realtà tra le quali la 24Ore Business School. Autore di “Neuromarketing per il food” (Flaccovio Editore) e co-autore negli U.S.A. nella pubblicazione “Money Matters Tips vol.2”. Votato dai membri della NMSBA (Neuromarketing Science & Business Association) come 6° miglior speaker nella Neuromarketing Series 2021

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.