fbpx
Le nostre unit
  • Web
    Realizzazione siti web
  • Now
    Comunicazione & Marketing
  • Dev
    Software tailor made
  • App
    Applicazioni mobile
  • Vdo
    Video Aziendali & aerei
  • Pix
    Grafica pubblicitaria
  • Ict
    Consulenza informatica
  • Pho
    Servizi fotografici
  • For
    Formazione
Be social with us

La nostra breve Social Media Week

Di ritorno dalla nostra, purtroppo, fugace presenza al Social Media Week di Milano vogliamo raccontarvi brevemente la nostra avventuare “sociale”.

La città ci ha accolto come sempre con artisti di strada, tanta gente, musica e… traffico!

Ma a Milano tutto si perdona e noi ci siamo incamminati verso l’evento social più cool dell’anno: il Social Media Week.
Arrivati a Palazzo Reale ci colpisce la grande organizzazione dell’evento ed il personale gentilissimo.

Decidiamo di lasciare il bel sole che riscalda la piazza per partecipare a due interessantissimi eventi: Il Social Media Analytics: il marketing diventa sempre più datacentrico.

L’incipit era molto promettente:

” Possono le aziende, attraverso l’ascolto delle conversazioni online, ottimizzare i propri piani marketing? Un panel di professionisti del settore descriverà i vantaggi dell’approccio datacentrico al marketing, presentando alcune case history in cui grazie al monitoraggio della rete sono stati raccolti dati rilevanti per ideare nuove strategie e azioni di marketing. “

 
ed i relatori… ancora di più:

+ Matteo Flora, The Fool
+ Valeria Severini, Freedata labs
+ Vincenzo Cosenza, Blogmeter;
+ Cosimo Palmisano, ECCE Customer;
+ Federica Ianiro, Socialbakers;
+ Roberto Cipollini, Pick1.



Moltissimi gli spunti veramente interessanti che sono stati forniti durante questo incontro e ci hanno colpito in particolar modo la nuova visione della comunicazione: decidere insieme ai propri clienti. Integrare il social media marketing con altri strumenti aziendali, come ad esempio il CRM, fondere insieme i dati raccolti da campagne social con quelli in possesso dell’azienda per plasmare l’offerta sulla richiesta reale, capire chi si ha davanti. Gli strumenti di ascolto sono moltissimi e permettono di realizzare campagne di ALL-LINE (offline e online) estremamente evolute. 

L’incontro è proseguito con l’analisi del sentiment del nostro interlocutore e la capacità di percepire lo stato d’animo in riferimento ad un determinato settore anche geolocalizzando il nostro target di riferimento. Ed allora ecco che l’analisi del talking styles (il modo di comunicare online permette di individuare delle tipologie di consumer) e fornisce dati utilissimi sulla percezione di un bene o servizio. 
A seguire l’analisi dell’engagement, quanto un potenziali cliente risulta essere proattivo, quale è il suo tempo medio di risposta ad un input, sia esso un post su Facebook o un Tweet o altro ancora.
Ma sopratutto, la capacità attuale, tramite strumenti veramente molto interessanti di predire reazioni, argomenti “caldi” e molto altro ancora.

Con i nostri aggiornamenti via Twitter, con il nostro account @OnWebStudio abbiamo raccontato in 140 caratteri ciò che ci ha colpito maggiormente… fino a che la rete ci ha supportato.. Purtroppo infatti nel secondo incontro Smart governance: dialogo, partecipazione e Citizen Relationship Management non siamo riusciti a “cinguettare” a causa di un blocco nella nostra connessione. Questo incontro ha visto la presenza, molto affascinante del guru dei social media, Kevin Hauswirth che, utilizzando le nuove tecnologie, è riuscito nel difficile compito di far dialogare cittadini e amministrazione. La sua prima affermazione è stata «Il primo passo è puntare sulla trasparenza».

L’intervento di Hauswirth è proseguito così «Bisogna puntare prima di tutto sulla trasparenza. E far interagire due mondi fino ad oggi molto distanti. Questo si può ottenere prima di tutto mettendo al servizio dei cittadini tutti i servizi e i documenti che sono di solito custoditi dall’amministrazione. In ogni settore del pubblico una buona comunicazione può migliorare i servizi. Parte del mio lavoro sta anche nell’aiutare tutti i settori a sfruttare al meglio le reti social». 
Il case history di Chicago è stato ecclatante e ci ha dato nuovi spunti per un progetto sul quale stiamo lavorando da tempo e che a breve ve ne forniremo un’anteprima.
Al termine di questo incontro, ci siamo rilassati passeggiando per i navigli e trovando uno spunto divertente che vogliamo condividere con chi ci segue…

un cartello accanto ad una porta sui navigli
Il messaggio, accanto ad una porta di un bel palazzo recita così: “In questa casa antica abitano studenti, artisti, anziani intellettuali armati per il timore che rubiate loro I LIBRI” 


 


Marco Baldocchi
Marco Baldocchi
m.baldocchi@on-web.net

Marco Baldocchi è nato a Lucca nel 1978, laureato in Comunicazione e Marketing internazionale in Svizzera fonda nel 2005 l’agenzia di comunicazione On Web. Nel 2018 fonda la Marco Baldocchi Group inc. , agenzia specializzata in neuromarketing, a Miami (Florida) e la Emotek Reality ltd. , azienda che si occupa di realtà aumentata ( Miami ). Ricopre il ruolo di Responsabile Nazionale per l’Innovazione Tecnologica per Conflavoro ed è e Responsabile Comunicazione Stati Uniti per il MAIE. Relatore in eventi nazionali ed internazionali in ambito di neuromarketing, docente per realtà tra le quali la 24Ore Business School. Autore di “Neuromarketing per il food” (Flaccovio Editore) e co-autore negli U.S.A. nella pubblicazione “Money Matters Tips vol.2”. Votato dai membri della NMSBA (Neuromarketing Science & Business Association) come 6° miglior speaker nella Neuromarketing Series 2021

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.