fbpx
Le nostre unit
  • Web
    Realizzazione siti web
  • Now
    Comunicazione & Marketing
  • Dev
    Software tailor made
  • App
    Applicazioni mobile
  • Vdo
    Video Aziendali & aerei
  • Pix
    Grafica pubblicitaria
  • Ict
    Consulenza informatica
  • Pho
    Servizi fotografici
  • For
    Formazione
Be social with us

#trivellatuasorella come non fare comunicazione

#trivellatuasorella senza parole, clamoroso epic fail.

Mi avete mai visto senza parole? Chi mi conosce direbbe… “no!!”.

Beh, questa volta lo sono. La campagna, a mio avviso di pessimo gusto, “trivella tua sorella” ha il messaggio illuminante alla cui lettura, milioni di italiani decideranno di andare a votare il 17 aprile.

La prima volta questa (orribile) grafica è apparsa nella pagina facebook dell’agenzia di comunicazione Beshaped (chi mi conosce sa che non parlo mai della concorrenza ma questa volta… proprio non riesco) perchè. sempre secondo me, l’agenzia in questione mi da uno spunto incredibile per spiegare COSA NON FARE, sia in termini di “comunicazione” ma soprattutto nella gestione successiva della crisi sui social, dove le azioni possono avere una risonanza enorme.

Prima di scrivere questo articolo ho raccolto informazioni online e devo ammettere che l’agenzia in questione non ha avuto grande fantasia, il messaggi era già satato postato sia su Facebook:

trivellatuasorella

Che su Twitter molto tempo prima.

Schermata 2016-03-17 alle 19.45.59

Ed infatti i creativi dell’agenzia hanno pubblicato nel loro comunicato… che ha creato ancora più polemiche….

“QUALCHE CHIARIMENTO SULLA CAMPAGNA ‪#‎trivellatuasorella‬(..) Il banner, successivo a quello del 9 marzo ancora presente su questa pagina (che non è stato pubblicato quindi, come erroneamente è stato detto, per rimediare al secondo) riprendeva una campagna non di nostra invenzione – #trivellatuasorella per l’appunto (ma esiste anche un‪#‎trivellamammt‬ a quanto ci risulta) – con un’immagine che ha infastidito molti utenti perché ritenuta sessista e lesiva dell’immagine delle donne. Posto che non fosse certamente questo il messaggio che intendevamo lanciare, ci scusiamo se con troppa leggerezza abbiamo trascurato di valutare come sarebbe stata accolta la suddetta immagine. Nostro intento era quello di associare lo stupro che si vuole fare dei nostri mari, per motivi legati esclusivamente agli interessi economici di pochi, alla violenza che viene usata contro il corpo di una donna. “Se vuoi stuprare il nostro mare, cui siamo legati per cultura, tradizione, amore viscerale, perché allora non fai la stessa cosa a tua sorella, intesa come una persona alla quale sei intimamente legato, alla quale non faresti mai del male?”. Questo era il senso per noi dell’operazione”

trivella-tua-sorella-scuse

Ma non è tutto qui….. il problema è la reazione assurda dell’agenzia che a seguito delle critiche ha reagito così:

beshaped-come-non-gestire-social-media

Cosa trovi di sbagliato?

Se mi leggi da un po’ sai che:

  • La Netiquette su internet prevede che una discussione scritta non sia in lettere maiuscole perché equivale a gridare;
  • Il commento è in forma completamente sbagliata, dettata dalla foga di rispondere senza ragionare;
  • Ed il contenuto? Follia! Scaricare la colpa del socialmediacoso cattivo, che era in prova ed ora è stato rimosso dal team. Stiamo scherzando??? Un’agenzia di comunicazione che non capisce il rischio di affidare la comunicazione della pagina aziendale a qualcuno che non rispetta le filosofie aziendali? (Ok quindi se la tua comunicazione la segue uno stagista quella dei tuoi clienti? e se invece la campagna avesse avuto successo…) ?

Ma chi è il povero socialmediacoso?

Beh semplice… tra tutti i posto ultra negativi c’era un solo commento a cui piaceva la campagna… che sia il socialmediacoso appena mandato a casa?

social-media-coso-cattivo

E il Cliente? Ovvio si dissocia.

Ed infatti arriva il comunicato stampa del cordinamento nazionale No Triv

comunicato-stampa-no-triv

In tutto questo credo che non soltanto sia eticamente grave strumentalizzare in questo modo il corpo delle donne ma che gestire una crisi digitale così… sia… un buon esempio… di come NON FARE.

Socialmente Vostro

Marco

Marco Baldocchi
Marco Baldocchi
m.baldocchi@on-web.net

Marco Baldocchi è nato a Lucca nel 1978, laureato in Comunicazione e Marketing internazionale in Svizzera fonda nel 2005 l’agenzia di comunicazione On Web. Nel 2018 fonda la Marco Baldocchi Group inc. , agenzia specializzata in neuromarketing, a Miami (Florida) e la Emotek Reality ltd. , azienda che si occupa di realtà aumentata ( Miami ). Ricopre il ruolo di Responsabile Nazionale per l’Innovazione Tecnologica per Conflavoro ed è e Responsabile Comunicazione Stati Uniti per il MAIE. Relatore in eventi nazionali ed internazionali in ambito di neuromarketing, docente per realtà tra le quali la 24Ore Business School. Autore di “Neuromarketing per il food” (Flaccovio Editore) e co-autore negli U.S.A. nella pubblicazione “Money Matters Tips vol.2”. Votato dai membri della NMSBA (Neuromarketing Science & Business Association) come 6° miglior speaker nella Neuromarketing Series 2021

1 Comment
  • Emilio
    Posted at 20:57h, 28 Marzo Rispondi

    Posson sempre cambiare nome… azzardiamo beSilly

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.